Italiano

Un esicasta ante litteram al Monte Athos di Armando Santarelli

Un esicasta ante litteram al Monte Athos di Armando Santarelli

                            Lo scrittore Armando Santarelli, membro dell’Associazione “Insieme per l’Athos” e da anni assiduo frequentatore del Monte Athos, ci parla di un antesignano della preghiera del cuore, il gioiello spirituale che consente al monaco di attingere l’esichia, lo stato privilegiato di quiete interiore e di perenne unione col Signore Fra le tante questioni dibattute nel campo […]

“Diario della felicità” di Nicu Steinhardt

“Diario della felicità” di Nicu Steinhardt

Di  Renato Giovannoli, scrittore e docente Dobbiamo essere grati alle edizioni Rediviva di Milano che hanno proposto questa nuova edizione del Diario della felicità di Nicolae Steinhardt, che riprende la traduzione di Gabriella Bertini Carageani per l’edizione pubblicata da Il Mulino nel 1955, ormai fuori commercio. Se teniamo conto del fatto che l’argomento principale del libro è la […]

RETROSPETTIVA EDIZIONI REDIVIVA 2018. Incontri: Italia, Svizzera e Romania

RETROSPETTIVA EDIZIONI REDIVIVA 2018. Incontri: Italia, Svizzera e Romania

Nel nostro lungo tour di presentazioni nel 2018 abbiamo incontrato oltre 2.000 persone; una ventina di eventi – presentazioni libri (Italia, Svizzera e Romania) che hanno visto la presenza dei nostri libri, dei nostri autori, e collaboratori, nell’ambito di importanti iniziative. PRESENTAZIONI, EVENTI, DONAZIONI Italia- Svizzera- Romania Insieme alla mostra foto-documentaria “SOLDATI ROMENI E ITALIANI […]

ALLA ROMANIA di Armando Santarelli

ALLA ROMANIA di Armando Santarelli

Poesia “Alla Romania” di Armando Santarelli dedicata alla Festa del Centenario della Grande Unione 1918-2018

In uscita presso Rediviva: „Inno all’Esistenza” di Elena Liliana Popescu

In uscita presso Rediviva: „Inno all’Esistenza” di Elena Liliana Popescu

È in uscita il libro di poesia dell’autrice romena Elena Liliana Popescu dal titolo: “Inno all’Esistenza”, per Rediviva edizioni, traduzione dal romeno di Antonio Buozzi e Luca Cipolla, 90 p. collana Phoenix.  Il volume Inno all’Esistenza è stato pubblicato per la prima volta nel 2000 in lingua romena: “Imn Existenței” edizioni Herald, raccolta poetica che contiene quattro inni: Inno all’Esistenza, Inno alla Vita, Inno alla Libertà, Inno al Silenzio.  Il libro viene tradotto in spagnolo da Joaquín Garrigós e Adrian Mac Liman, e pubblicato nel 2006: Himno a la Existencia, Edizioni Linajes Editores, Mexico, seguendo poi traduzioni anche in altre lingue, in Europa e al di fuori, come in Bengali e in cinese. L’introduzione del volume e firmata di Dan Slușanschi e la prefazione di Raúl Lavalle, con una postfazione di Antonio Buozzi.
A te, che apri questo libro…Prova a lasciare da parte le preoccupazioni della giornata per poter camminare insieme nella realtà del Sogno chiamato Poesia, aprendo la porta del tuo cuore a questi versi, scritti apposta per te. Accoglili senza giudicarli, se puoi, perché “il possibile abita accanto al necessario” (…) Elena Liliana Popescu

Festival Internazionale Bookcity Milano: “Centenario della Grande Unione della Romania 1918-2018”

Festival Internazionale Bookcity Milano: “Centenario della Grande Unione della Romania 1918-2018”

Nell’ambito dell’edizione 2018 del Festival Internazionale BookCity Milano, sabato 17 novembre 2018, alle ore 16,00, presso la sede del Consolato Generale di Romania a Milano si terrà l’incontro intitolato: «Centenario della Grande Unione della Romania 1918–2018». L’evento è organizzato dall’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, con il supporto dell’Istituto Culturale Romeno di Bucarest, in partenariato con il Consolato Generale di Romania a Milano e la casa editrice Rediviva. In programma: Mostra foto–documentaria: «Prigionieri romeni e italiani nella Grande Guerra (1915–1918)» e la presentazione del libro: «Storia della Transilvania» di Ioan Aurel Pop e Ioan Bolovan (traduzione a cura di Maria Floarea Pop), Edizioni Rediviva, collana «Culture e civiltà», 418 p., e dell’annuario culturale: «Repere de cultură și istorie românească în Italia în anul Centenarului Marii Uniri» [«Impronte di storia e cultura romena in Italia nell’anno del Centenario della Grande Unione»], V, 2018, 118 p., Edizioni Rediviva, Milano.

Mostra-Evento nell’anno del Centenario della Grande Unione della Romania: Lugano, Milano, Varese, Lodi, Como

Mostra-Evento nell’anno del Centenario della Grande Unione della Romania: Lugano, Milano, Varese, Lodi, Como

Nel periodo ottobre-dicembre 2018 verranno organizzati in Svizzera e Italia una serie di  incontri culturali e storici dedicati al Centenario della Grande Unione della Romania 1918-2018. L’evento politico del 1918 rappresenta il compimento dello Stato nazionale romeno realizzato dall’unificazione di tutte le province abitate dai romeni con la Romania. La Romania, al momento del suo ingresso nella prima Guerra Mondiale, era ancora un piccolo Stato, formato dall’unione nel 1856 dei due vecchi principati danubiani di Valacchia e di Moldavia. Il processo di unificazione dei romeni, reso attraverso l’atto pubblico del 1° dicembre 1918, per il quale oggi si festeggiano 100 anni, significa la più importante pagina di svolta della storia romena

A 100 anni dalla fondazione del comitato “PRO ROMANIA” di Milano

A 100 anni dalla fondazione del comitato “PRO ROMANIA” di Milano

Il “Corriere della Sera del 29 Ottobre 1918, riportava questa notizia della costituzione della sezione lombarda del Comitato Italiano Pro Romeni , nella prima riunione di questo gruppo veniva comunicata la costituzione della Legione Romena d’Italia e , a differenza d degli altri comitati sorti a Roma e Napoli , fin dalla sua prima riunione si sottolineò l’importanza dei “vantaggi economici di più stretti rapporti tra italiani e romeni”. La sede del comitato fu fissata nella centralissima Via Quintino Sella, 3 a pochi passi dal Castello Sforzesco. Animatori di qeusto gruppo milanese erano imprenditori, politici e appartenenti alla borghesia milanese.  Vediamo , ora nel dettaglio i profili del comitato milanese “Pro Romania”.

Mi-e dor de tine – Perchè amo la Romania di Armando SANTARELLI

Mi-e dor de tine – Perchè amo la Romania di Armando SANTARELLI

MI-E DOR DE TINE – PERCHE’ AMO LA ROMANIA             Armando Santarelli     Perché mi sono innamorato della Romania? Non è mai facile rispondere a domande di questo genere. E’ un qualcosa di profondo, che ha a che fare con i codici dell’anima. E questi, chi è in grado di decifrarli? L’amore non […]

Mi-e dor de tine – Perchè amo la Romania di Armando Santarelli

Mi-e dor de tine – Perchè amo la Romania di Armando Santarelli

Perché mi sono innamorato della Romania? Non è mai facile rispondere a domande di questo genere. E’ un qualcosa di profondo, che ha a che fare con i codici dell’anima. E questi, chi è in grado di decifrarli? L’amore non si misura; ma se ti conquista, senti che è come se fosse lì da sempre. Ecco, quando ho messo piede in Romania per la prima volta (molto più tardi rispetto ad altri Paesi europei e mondiali), ho provato l’emozione che ci pervade tornando nella terra natale dopo una lunga assenza. Ovunque posassi lo sguardo, qualcosa di familiare, di semplice e di estatico, di trasparente e misterioso allo stesso tempo. Un amore tardivo dunque, ma proprio per questo maturo, forte, completo, come a voler riempire un vuoto che la mia anima aveva tollerato solo perché ignara della fonte capace di apportare nuovi stimoli e interessi alla mia vita.