Spiritualità

Scopriamo la spiritualità del popolo romeno

In uscita presso Rediviva Edizioni di Milano: Diario della Felicità, di N. Steinhardt

In uscita presso Rediviva Edizioni di Milano: Diario della Felicità, di N. Steinhardt

Rediviva Edizioni è lieta di annunciare l’uscita del libro: Diario della Felicità, di N. Steinhardt, alla seconda edizione in italiano (prima edizione: Il Mulino, Bologna, 1995), nella traduzione di Gabriella Bertini Carageani, a cura di Gheorghe Carageani.
Ileana Mălăncioiu, membro corrispondente dell’Accademia Romena e nota personalità del mondo letterario romeno considerava il Diario della felicità, come il libro più importante pubblicato in Romania dopo il 1989.

Tutto intorno a questo libro è rivestito di straordinario, a partire dall’esperienza di vita dell’autore – ebreo convertito al cristianesimo e battezzato in galera – e a continuare con la storia del manoscritto che sta alla base del libro. Esistono, di fatto, due manoscritti in romeno di questo libro: il primo, confiscato inizialmente dalla Securitate (la famigerata polizia segreta romena durante gli anni della dittatura, comunista) e poi restituito all’autore; il secondo, più esteso, interamente riscritto da Steinhardt dopo la confisca della primo. Entrambi sono stati, in seguito, da lui completati, corretti e nascosti. L’attuale edizione riproduce la prima delle due versioni.

Chiese di legno della Romania

Chiese di legno della Romania

Chiese di legno della Romania Alla Biblioteca Vaccheria Nardi l’8 aprile un’incursione unica nel cuore di un Paese tanto vicino ed ancora tanto lontano Federico Carabetta Si annuncia per venerdì 8 aprile 2016, alle ore 16,30, presso la Biblioteca Vaccheria Nardi, un evento eccezionale. Per la prima volta in Italia verrà presentato il documentario “Chiese di […]

Che novità ci porta questo Natale?

Che novità ci porta questo Natale?

Cristo viene nel mondo ma anche dentro di noi, se lo chiamiamo. Lui non ha mai cercato di cambiare il mondo attraverso nuovi sistemi politici o economici, ma cercando di cambiare ognuno di noi, interiormente. Dio vuole cambiare il mondo cambiando le persone, una per una.

Come prepararci per la grande festa di Natale

Come prepararci per la grande festa di Natale

Per i cristiani ortodossi è iniziato l’Avvento, periodo di preparazione spirituale per la grande festa di Natale. Così come Mosè ha pregato e ha digiunato per 40 giorni, sul Monte Sinai, aspettando le parole di Dio scritte sulle tavole della lege, così anche i cristiani pregano e digiunano 40 giorni per poter ricevere la Parola di Dio diventata uomo, natto dalla Vergine Maria.

La discesa agli inferi del Signore e l’icona della Resurrezione

La discesa agli inferi del Signore e l’icona della Resurrezione

Quest’anno gli ortodossi di tutto il mondo festeggiano la Pasqua il 5 Maggio. La festa più importante dell’anno, viene dipinta nelle icone con l’aiuto di un linguaggio ricco di simboli. A differenza dell’arte religiosa del Rinascimento, che ha tentato di rappresentare in maniera realistica, ma con risultati poco convincenti, l’uscita di Cristo dal sepolcro, l’iconografia ortodossa ha scelto di rappresentare la Resurrezione con un linguaggio simbolico.

Il Natale nelle carcere comuniste della Romania. Testimonianze

Il Natale nelle carcere comuniste della Romania. Testimonianze

Durante il comunismo le carceri romene erano famose per il loro sistema ateo applicato alle persone arrivate in quel ambiente il più delle volte per motivi politici inventati apposta per emarginare e addirittura eliminare le menti considerate pericolose per il governo comunista.

Voci dal passato: alla scoperta delle figure simbolo: Ghe. Calciu Dumitreasa

Voci dal passato: alla scoperta delle figure simbolo: Ghe. Calciu Dumitreasa

Dopo più di 21 anni passati nelle diverse prigioni comuniste di Pitesti, Gherla, Jilava e Aiud padre Gheorghe Calciu afferma: in cella senza Dio, senza preghiera e senza perdono, non si sopravvive.

Le porte del mistero – mostra di icone a Lugano

Le porte del mistero – mostra di icone a Lugano

Vera ‘ teologia in immagine ‘ l’icona presenta con i colori ciò che il Vangelo annuncia con le parole. L’icona, diventata oggi il simbolo della Chiesa Ortodossa, e stata in realtà una ricchezza ed una tradizione che apparteneva alla Chiesa indivisa per oltre un millennio. Non a caso i padri della Chiesa chiamarono le icone ‘ finestre del cielo’ o ‘Porte del Mistero’.

Camilian Demetrescu. Il perchè della radici cristiane (2)

Ricordo che, nel 1989, eliminato Ceausescu, un giornalista mi chiese: “E adesso, che cosa farete voi, intellettuali dell’est, dopo la caduta del comunismo?”

Camilian Demetrescu: Il perché delle radici cristiane dell’Europa (1)

Proponiamo per i nostri lettori la prima parte di un testo interessante dell’artista Camilian Demetrescu, grande personalità di origine romena. Pittore, scultore, scrittore e studioso di storia dell’arte, nato in Romania nel 1924. Nel 1969 chiede asilo politico in Italia.

Page 1 of 3123