Spiritualità

Scopriamo la spiritualità del popolo romeno

L’ortodossia romena, l’eredità di Bisanzio

‘Bizanzio dopo Bizanzio‘. Con questa definizione lo grande storico Nicolae Iorga affermava la continuità culturale e religiosa tra la vecchia Bizanzio ed i Principati Romeni.

Figure dell’Ortodossia romena nell’ultimo Cinquantennio

Un giorno padre Galaction pose questa domanda a un eremi­ta: “Ditemi, pa­dre: quando verrà la fine del mondo?” E quel sant’uomo, so­spirando, rispose: “Lo vuoi sapere, padre Galaction?

Roma. 13 otobre 2010. Presentazione “Icone sul vetro di Sibiel”

Nel 1969, Zosim Oancea, geniale prete ortodosso, riesce a compiere un vero miracolo: dopo 15 anni di carcere ‘per motivi politici’ dà vita, sfidando l’oppressione del regime, ad un grande Museo di icone su vetro: una collezione di circa 600 capolavori.

Bucovina: terra dei monasteri dipinti

I monasteri di Putna, Arbore, Humor, Probota e tanti altri le cui eleganti narrazioni pittoriche sono la testimonianza del miracolo artistico di una terra, la Bucovina.

Un film da non perdere: “Ostrov (L’isola”. 2006), Pavel Lungin

‘Paul Lunghin conduce noi, spettatori stressati e inseguiti dai deadline, in uno spazio fuori dal nostro tempo, lì dove il tempo riconquista il proprio diritto di correre in silenzio, tra cielo e terra, marchiando e cambiando la vita delle persone, permettendo loro la tregua di trovarsi uno scopo e il perdono’.

L’Eden ritrovato in una grotta

Il Figlio di Dio è divenuto uomo affinché l’uomo divenga figlio di Dio, dicono i Padri della Chiesa. La Natività del Signore è festa della ricreazione del mondo e questo evento importante nell’economia della salvezza viene rappresentato nell’icona della Natività. Il ricco simbolismo di questa icona contiene elementi dogmatici e biblici, ma anche appartenenti alla storia apocrifa.

L’apostolo Andrea, l’apostolo dei romeni

Il 30 novembre, la Chiesa Ortodossa Romena festeggia il Santo Apostole Andrea, il primo chiamato a diventare apostole tra i discepoli del Signore. Due mila anni fa, l’apostolo arrivò nella regione Dacia, l’attuale Romania di oggi, per predicare il Vangelo e mettere le basi della Chiesa cristiana in quel territorio.

Milano. Dalla Romania un concerto in onore del Cardinal Dionigi Tettamanzi

Un pubblico numeroso ha partecipato il 4 novembre 2009 al concerto promosso dalla Chiesa ortodossa romena quale omaggio all’arcivescovo di Milano, che nel 2002 ha accolto il patriarca Teoctist e visitato il patriarcato di Bucarest.

A Bari una chiessa ortodossa per i romeni

Nasce a Bari, nel rione Mungivacca, una chiesa per il culto ortodosso dei romeni. Bari è la prima città italiana ad avere una chiesa ortodossa romena

La Pasqua Ortodossa

Per l’Ortodossia, la Pasqua è la festa delle feste, tanto da non essere neppure annoverata tra le dodici grandi feste del ciclo cristologico, e da occupare un posto a parte, di assoluta centralità. Secondo il Cristianesimo ogni Domenica è Pasqua. Questa comprensione è vissuta in modo particolare all’interno dell’Ortodossia.

Page 2 of 3123