Centro Culturale Italo Romeno
Milano

Milano. In uscita: “Per chi crescono le rose” di Ingrid B. Coman, Uroborus, 2010

Ott 22, 2010

“Per chi crescono le rose’, romanzo di Ingrid Beatrice Coman

Una storia d’amore e coraggio in un Paese sull’orlo della rivoluzione

EDIZIONI UROBOROS presenta il nuovo romanzo

della scrittrice romena

Milano, ottobre 2010. “Il quattordici di settembre 1989 Catalin stava seguendo la sua decisione di tagliare i ponti con il passato e ricominciare la sua vita in un posto nuovo, con un mestiere nuovo e la promessa di un nuovo inizio. Voleva tornare a essere uno come tanti, senza missioni da compiere né inutili eroismi da consumare. Abbandonare il passato ed entrare nel presente come in un vestito appena fatto”.

Così si apre “Per chi crescono le rose”, nuovo avvincente romanzo in uscita per Edizioni Uroboros che porta la firma di Ingrid Beatrice Coman. Il libro sarà in libreria (sul sito www.edizioniuroboros.it l’elenco dei punti vendita in cui sarà distribuito) da metà novembre, ma è già disponibile in versione e-book sul sito www.edizioniuroboros.it, acquistabile con uno sconto del 50% sul prezzo di copertina.

Autunno 1989. Una piccola cittadina della Moldavia, in Romania, sta vivendo i suoi ultimi mesi sotto il regime comunista. Catalin, un giovane insegnante arrivato dalla capitale, logorato da lunghe lotte politiche sotterranee e amori sbagliati, taglia i ponti con il suo passato da dissidente e decide di stabilirsi nella cittadina di provincia.

Ma la vita lo porta di nuovo su binari sconosciuti e imprevisti. Un’altra storia d’amore di quelle che non avrebbe mai voluto cominciare, da vivere in sordina: è Magda, la sua studentessa dell’ultimo anno, suo tormento e sua salvezza al tempo stesso.

Figlia di dissidenti a sua volta, ha un cuore ribelle che la porta ad andare sempre controcorrente. E ciò che i due più temono succede: Catalin viene raggiunto dalle vibrazioni delle sue azioni passate e la porta che credeva chiusa per sempre si riapre con un colpo inaspettato.

Sul loro mondo, intanto. arriva il boato della Rivoluzione. Ma forse le vere rivoluzioni sono quelle che accadono lentamente, come la ricostruzione di una città abbattuta, mattone dopo mattone.

“Per chi crescono le rose” apre la collana di Edizioni Uroboros dedicata a La “Nuova” Europa: l’Unione del Vecchio Continente si è allargata e continuerà a farlo, ed è fondamentale, oltre che di grande fascino per chi ama la letteratura, poter conoscere ed apprezzare scrittori – emergenti ma anche affermati – dei Paesi nuovi entrati o di imminente ingresso nell’Unione Europea; la letteratura come veicolo di integrazione e conoscenza tra popoli.

L’autrice: Ingrid Beatrice Coman è nata in Romania nel 1971, ma la sua formazione letteraria si svolge soprattutto in Italia alla scuola dello scrittore Raul Montanari ed alla Holden di Torino. Tra i titoli già pubblicati dall’autrice: La città dei tulipani (romanzo), Tè al samovar (romanzo), Non spegnete la luce (raccolta di racconti) e la storia La stanza degli ospiti. È in lavorazione per Edizioni Uroboros il seguito del libro “Per chi crescono le rose”, ambientato nella Romania dei nostri giorni.

La casa editrice: Edizioni Uroboros è nata nel 2010 a Milano. Il romanzo di Ingrid Beatrice Coman apre la collana dedicata alla letteratura della Nuova Europa, ma il progetto editoriale si sviluppa anche in altre direzioni, supportato da iniziative culturali inerenti.

Particolare attenzione è data, infatti, anche alla tradizione letteraria di minoranze linguistiche, specie del bacino mediterraneo, alle riedizioni di libri del passato ed ai giovanissimi scrittori italiani inediti (a questo proposito, è in uscita per questa collana “L’innocenza proibita”, opera prima di Roberto Boasso). L’uroboros scelto come simbolo rappresenta l’eterno ciclo della vita, in cui inizio e fine si fondono, in cui gli opposti finiscono sempre per incontrarsi e riscoprirsi parte di uno stesso cerchio.

La sfida: diffondere nicchie editoriali ancora poco esplorate, ma anche per questo con un forte potenziale di interesse, anche in un mercato apparentemente saturo come il nostro.

L’obiettivo: fare editoria di qualità, senza fini di lucro, puntando su un progetto culturale organico e coerente, che utilizzi i libri e la letteratura come forma di conoscenza reciproca tra popoli e culture diverse, e che promuova forme di contaminazione artistica tra editoria, teatro, musica.

Per informazioni:

Edizioni Uroboros

Elisa Zancanella

Ufficio Stampa – Edizioni Uroboros

Tel. 349-3281649

E-mail: press@edizioniuroboros.it

Mariangela Traficante

Tel: 338-9430586

E-mail: mari.traficante@gmail.com

Web site: www.edizioniuroboros.it