Sono una vecchia comunista. Dan Lungu

Sono una vecchia comunista. Dan Lungu

Zonza Editori – La Romania incontra l’Italia, Dan Lungu e Liliana Corobca
Giovedi 14 maggio alle ore 15.30, nella giornata inaugurale della Fiera del libro di Torino, Zonza Editori presenta al pubblico il progetto “La Romania incontra l’Italia”. Si tratta di un percorso culturale che prevede la pubblicazione dei piu importanti autori romeni contemporanei e che vede il primo step proprio a Torino con la presentazione dei primi due libri: Un anno all’inferno di Liliana Corobca e Sono una vecchia comunista! di Dan Lungu.

Dan Lungu − sociologo, scrittore, drammaturgo e poeta nato a Botoşani (Romania) nel 1969 − è uno dei maggiori esponenti della letteratura romena contemporanea e uno degli scrittori della nuova generazione più apprezzati e tradotti. È membro dell’Unione degli Scrittori della Romania, docente di sociologia presso l’Università “Al. I. Cuza” di Iaşi, ha svolto studi post-dottorali presso la Sorbona, è redattore della rivista parigina “Au Sud de l’SONO_UNA___5Est” e fondatore del gruppo letterario Club 8 (Iaşi, 1996). Tra il 2001 e il 2002 è stato caporedattore della rivista culturale “Timpul” e nel 2005 si trovava tra gli scrittori romeni invitati in Francia al festival “Les belles étrangères”. Il suo romanzo d’esordio, Raiul găinilor (Polirom 2004 e 2007), è stato per quattro mesi al vertice delle vendite della casa editrice francese Jacqueline Chambon, mentre l’edizione tedesca è stata dichiarata, nel dicembre 2004, libro del mese in Germania. Il regista Stere Gulea sta attualmente lavorando al adattamento cinematografico (sceneggiatura dello scrittore Lucian Dan Teodorovici ) del suo secondo romanzo, Sînt o babă comunistă! (Polirom, 2007) che, nella sua versione francese, ha avuto due candidature al premio Jean Monnet (Francia, 2008). Tra i suoi altri scritti si ricordano due volumi di racconti Băieţi de gaşcă (Polirom, 2005) e Proză cu amănuntul (Polirom 2003 e 2008). Dan Lungu ha inoltre curato (al fianco di Radu Pavel Gheo) il volume collettivo Tovarăşe de drum. Experienţa feminină în comunism (Polirom, 2008). Tra i premi di cui è stato insignito si citano il “Premio della Società Junimea” per l’attività letteraria (1993), il “Premio della casa editrice Nemira” per la prosa breve (1997), il “Premio USR” (sezione Dobrogea) per l’esordio in prosa (1999), il “Premio Goethe Zentrum”, come esponente del Club 8, per la promozione dell’originalità (2001), il “Premio USR” (sezione Iaşi) per la prosa (2005) e il “Premio V. Pogor” del Comune di Iaşi per l’attività letteraria (2007). I suoi libri sono stati pubblicati (o sono in corso di pubblicazione) in francese, tedesco, italiano, spagnolo, polacco, sloveno, ungherese, bulgaro e greco.

Liliana Corobca è una giovane e promettente scrittrice nata nella Repubblica di Moldova nel 1975. Dopo la laurea in lettere (Università statale della Moldova, specializzazione in romeno e latino) e il dottorato in filologia conseguito presso l’Università degli studi di Bucarest, ha debuttato come scrittrice con il romanzo Negrissimo, pubblicato nel 2003 dalla casa editrice Editura Arc. Dal 2002 lavora come ricercatrice scientifica presso l’Istituto di Storia e Teoria Letteraria “G. Călinescu” di Bucarest. Con il suo primo volume ha vinto due premi come miglior debutto letterario: il premio “Prometheus” promosso dalla rivista România Literară e il premio per debuttanti dell’Unione degli scrittori della Repubblica di Moldova. Un an în Paradis è il suo secondo romanzo.

Please follow and like us: